Parole è il nuovo numero di Internazionale extra. Sono 130 pagine di reportage, foto e fumetti sull’Italia. Si può comprare in tutte le edicole e sul sito di Internazionale, oppure in digitale sull’app di Internazionale.

Con l’allentamento delle misure legate alla pandemia, il 2022 sembrava annunciarsi come l’anno del ritorno a una qualche forma di normalità. Ma poi la Russia ha invaso l’Ucraina (febbraio), portando la guerra in Europa e riaprendo il dibattito sull’importanza e sul significato del pacifismo. A causa del conflitto il continente ha dovuto affrontare, per la prima volta dopo molto tempo, una grave carenza di materie prime, come quella del grano o del legname da cui si estrae la cellulosa, e una preoccupante crisi energetica dovuta a un aumento del prezzo del gas importato dalla Russia.

Per la politica italiana è stato un anno importante. È cominciato con la rielezione del presidente della repubblica Sergio Mattarella (gennaio) ed è proseguito con le elezioni politiche (settembre), che hanno portato al governo la destra di Giorgia Meloni. Nel dibattito pubblico sono riapparse parole come nazione o patrioti. Si è tornato a parlare di migranti e di difesa delle frontiere. La libertà delle donne e del loro utero è stata minacciata, con gli attacchi alla legge 194 sull’aborto e le campagne per incentivare le nascite. Tra le due elezioni di gennaio e di settembre, c’è stata la bocciatura dei referendum su cannabis e fine vita (febbraio), dichiarati inammissibili dalla corte costituzionale; e sono falliti i cinque referendum sulla giustizia (giugno) perché non si è raggiunto il quorum.

Intanto, da primavera, un caldo e una siccità mai visti prima hanno colpito il paese, segnalando l’irreversibilità di alcuni cambiamenti climatici già in corso, mentre violente alluvioni hanno provocato decine di morti e devastato il territorio, ricoprendolo di fango. Gli attivisti e le attiviste per il clima si sono fatti sentire, sono scesi in strada e hanno protestato in molti modi: bloccando le strade e lanciando zuppa sulle opere d’arte.

Questo numero di Internazionale extra, nato dall’esperienza dell’Essenziale, tenta di fare ordine nell’anno appena trascorso attraverso alcune delle parole che lo hanno caratterizzato e che probabilmente porteremo con noi nel 2023. Sfogliando queste pagine scoprirete che ci sono state anche buone notizie: è stato un anno di utili esperimenti sui neutrini, innovativi film horror, nuovi umoristi e ritrovamenti eccezionali di bronzi.