“Buongiorno, è la redazione dell’Essenziale?”
“Sì, chi è?”
“La malamovida”
“Non ho capito, la malamovida?”
“Sì, ha presente quella caciara deregolamentata che ha contaminato i centri urbani e che dopo la pandemia sta andando sempre peggio?”
“Non lo so, vagamente”
“Be’, sono io. La chiamavo per una ragione. Se ha pochi minuti le spiego”
“Prego”
“Volevo capire perché sul vostro giornale, che io apprezzo molto beninteso, non ci sono mai articoli che parlano di me?”
“Di lei malamovida”
“Sì, non so se leggete gli altri giornali italiani. C’è un articolo su di me su ogni giornale ogni giorno. Se vuole le cito la rassegna stampa di oggi: ‘Malamovida, cresce la generazione del disagio’, questo è un articolo su Pavia; ‘Malamovida. Si riparte con gli steward e i sagrati vietati’, qui siamo a Firenze; ‘Malamovida: più controlli in centro sui minorenni fuori controllo’… Questo è nella cronaca di Roma”
“Sì… Ma io non ho capito cosa vorrebbe?”
“Mi sembra che il vostro giornale, che io apprezzo molto beninteso, stia bucando la notizia”
“Forse perché copriamo diversamente la cronaca, proviamo a parlare di più di temi sociali, culturali, le inchieste…”
“Senta, io chiaramente non posso fare la linea editoriale del giornale al posto vostro, ma con sincerità, a me sembra che mi stiate censurando. Possiamo chiamarla censura, o è una forma di rimozione? Posso farvi una proposta per uscirne bene?…”
“Ma uscirne da dove?”
“…Un’intervista. Mi fate un’intervista. Anzi facciamo che vi concedo un’intervista esclusiva. In attesa dell’estate più calda, un’intervista esclusiva alla malamovida. Potrebbe essere anche un pezzo di apertura. Bruciate gli altri giornali sul tempo. Dovete stare nell’aria che si respira. Questa è l’attualità! Vi do delle anticipazioni delle cose che dovrebbero succedere a fine maggio, giugno. Risse tra seienni sulle spiagge sarde sedate da vigilantes privati, delibere di divieto di vendere birra senza green pass in un paio di comuni friulani, tutta roba succulenta, vi lascio praticamente una notizia al giorno, ci coprite una sezione intera del giornale tutta l’estate…”
“Non so che dirle…”
“Ci potete anche mettere dei gadget allegati al giornale… Le infradito anti malamovida… con la suola seghettata per non scivolare sulla fanghiglia di birra… Quante copie fa l’Essenziale? Ve le raddoppio…”
“Facciamo che ci pensiamo”
“Va bene, ma non ci pensate troppo, state nel flow”.